Scrivici

Fronte del Blog

Quan’è bella l’Atalanta che travolge l’Everton!

La compagine orobica devasta l’esperta formazione di Rooney. Bergamo è davvero diventata una stella del calcio

Web

Pubblicato

su

 

La compagine orobica devasta l’esperta formazione di Rooney. Bergamo è davvero diventata una stella del calcio

 

 

Non si fanno tre gol in Europa e in Uefa League per caso, ergo l’Atalanta che appunto per 3 reti a 0 ha strapazzato l’esperto Everton di Rooney, beh meritatamente e convincendo ha vinto giustamente mettendoci cuore, voglia, tecnica, tenacia e grinta in quel di Reggio Emilia, sede neutra dell’EuroAtalanta causa l’inagibilità (che peccato) dello stadio di Bergamo.

Dunque… applausi per tutti, in particolare per mister Gasperini, trainer bravissimo e a dimensione Europea sottovalutato in Italia: il rivoluzionario 3-5-2, udite, udite … per lui che è un maestro del 3-4-3, di fatto è stata l’intuizione straordinaria dell’utlima ora che ha messo Ko gli inglesi alla prima apparizione europea della Dea Nerazzurra.

Tutti i nerazzurri si sono espressi al meglio, ma qualcuno merita una menzione speciale. I Nomi? Eccoli: Cristante (centrocampista recuperato e rinato), Masiello (sarebbe il difensore ideale per la Juve di Malinconia Allegri), Petagna (fa girare

nell’ aerea avversaria la sua squadra e la palla), Gomez (solito jolly offensivo), Castagne (Conti è già un ricordo), Freuler (motorino immenso), Palomino (ha personalità) e Toloi (monumentale). Chapeau!

Gasperini? Voto 10 e lode. E adesso?

Avanti così, ma guai a sottovalutare il campionato (domenica a Verona il Chievo attente la Dea) la Coppa Italia e l’Europa Uefa Legue.

Stefano Mauri per Fronte del Blog

 

Continua a leggere
Pubblicità

Fronte del Blog

Ahi ahi, Ancelotti!

Pubblicato

su

Pixabay

 

 

 

Allora mister Carlo Ancelotti, dopo il Ko in Champions League contro il Psg non è più l’alenatore del Psg, ma sul suo esonero pesano soprattutto i suoi pessimi rapporti con alcuni componenti dello spogliatoio, con Robben nelle vesti di capo fronda.

Sempre nella massima competizione continentale, come ormai tutti certamente saprete Juve, Napoli e Roma hanno vinto e ora il futuro fa forse un pochino meno paura. No?

A proposito, con Ancelotti libero, team importanti cinesi, europei e pure nazionali (Italia compresa?) sono in fibrillazione e seguono con estremo interesse le mosse del Carletto internazionalvincente. Il Milan? Montella non è intoccabile, ergo…

Capitolo Uefa League laddove la Lazio vince, l’Atalanta (complimenti) pareggia e convince e il poc’anzi menzionato Milan si impone di misura in casa (ahi, ahi Montella, ma il Totem Bonucci è con lui) contro il Rjeka.

Stefano Mauri per Fronte del Blog

Continua a leggere

Fauna

Ecco i cani più grandi del mondo. Non sono incredibili?

Pubblicato

su

Pixabay

Sono giganti per la loro razza. Ma a volte sembrano grandi come cavalli. E pensare che quando li avevano comprati avevano ricevuto l’assicurazione di sempre: “Tranquillo, è un cucciolo. E resterà più o meno un cucciolo…” Come no. Un video spassosissimo sui più grossi esemplari di cani del mondo: tre minuti di divertimento assicurato!

Da Fronte del Blog

 

Continua a leggere

Fronte del Blog

Il Barcellona di Messi travolge la brutta e fragile Juve di Allegri

Pubblicato

su

Pixabay

Sì è una Juventus fragile questa, brutta, di retroguardia e lontana anni luce dalla squadra guerriera che, mai doma faceva un calcio magari non champagne, ma … certamente travolgente.

E mister Massimiliano Allegri e la società hanno le loro colpe pesanti nel brutto Ko patito dai bianconeri al debutto in Champions League a e col Barcellona. Allegri non ha ancora trovato la quadra tattica e la rosa titolare da mandare in campo con continuità. E a distanza di tre anni ancora non si capisce se il trainer livornese punti o meno su Rugani, sempre più oggetto misterioso.

Dal canto loro Marotta e Paratici hanno condotto una campagna acquisti col freno a mano tirato, portando a casa troppi laterali offensivi e non intervenendo in difesa, reparto che avrebbe bisogno di un laterale destro moderno e di un centrale forte. L’attacco? Manca una vera alternativa a Higuain, Schick è sfumato misteriosamente, Kean andava forse tenuto fino a gennaio. Il centrocampo? Milinkovic Savic costava troppo, ma un’offerta rock a Lotito andava fatta. Interessante Bentancurt, benino Matuidi: due centrocampisti questi che con Pjanic (troppo discontinuo, ma vivace) dovrebbero giocare con maggior frequenza in un modulo a tre. No?

A proposito che fine hanno fatto Bernardeschi e Howedes? Cosa succederà adesso?

Per carità nulla è perduto, ma aspettando gennaio (qualcosa bisogna fare nella parentesi invernale del calciomercato, vero signor Marotta?) servono occhi da tigre, grinta, voglia di reagire e soffrire. Ma soprattutto urge trovare una vera Juventus.

Stefano Mauri per Fronte del Blog

Continua a leggere

Trending

Copyright 2017 - NEW MESSAGE UNO Srl - Piazza Erculea 5 - 20122 Milano - CF/P. IVA 08687380967 Realizzazione: Teaser LAB Srl - Via Privata Martino Lutero 6 - 20126 Milano - CF/P. IVA 08815430965 Nuova Cronaca Vera- Registrazione effettuata al Tribunale di Milano n.305 del 16/8/1972 Iscrizione Registro Nazionale della Stampa n. 5420, vol. 55, pag. 153 del 13/11/1996- Direttore Responsabile: Giuseppe Biselli - Sito a cura di Algama.it

Lo store di cronacavera.it è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi