IL MIO CAGNOLINO, TESTIMONE DI UN GRANDE AMORE

Posted on by Cronaca Vera

IL RICORDO LI UNISCE ANCORA DI PIU’…

La commovente vicenda di un meticcio e della sua padrona adottiva

Il vivace cagnolino è il legame con il suo ex fidanzato

La bestiola era del giovane magrebino conosciuto anni fa durante una vacanza – Dopo due anni di frequentazione in cui lei andava e veniva nel suo paese, è riuscita a trovargli un lavoro in Italia

6

 Purtroppo, prima del già programmato matrimonio, lui perse la vita in un incidente – Da allora, il suo bastardino, regalatogli dai suoi familiari in un momento difficile, è legatissimo alla donna

 

Chiuduno (BG)

Quella che vi raccontiamo è la storia appassionante di una testimonianza d’amore trasmessa da un cagnetto trovatello alla sua nuova padrona, stiamo parlando di Pucci, questo è il nome del cane che viene dalla Tunisia.

La storia ce la racconta, con occhi un po’ lucidi dal pianto, la sua padrona Manuela Vianello che lavora a Bergamo nella sanità.

«Pucci era del mio fidanzato tunisino, Adel, che ho conosciuto anni fa, durante una vacanza in Tunisia, Ci subito innamorati, un vero colpo di fulmine, e abbiamo continuato a frequentarci per ben due anni, nei quali io facevo avanti e indietro dalla Tunisia per vederlo. Poi, finalmente, sono riuscita a trovargli un lavoro qui, come cameriere e lui si è trasferito da me, con il suo fedelissimo e amato cane Pucci, tanto erano inseparabili loro due. Per Adel, Pucci era come un figlio, il figlio che purtroppo lui aveva lasciato anni fa in Germania e non aveva più rivisto.

Adel, infatti, era stato sposato con una donna tedesca, dalla quale aveva avuto appunto un bambino, ma i due poi divorziarono e lui, avendo perso anche il lavoro, dovette tornare in Tunisia, dove cadde in una forte depressione e, dopo circa sei mesi, i suoi familiari, proprio per tirargli su il morale gli regalarono questo cucciolo di cane, e fu proprio così che, con l’amore di questo cagnetto Adel si è ripreso».

Tragedia inaspettata

Manuela conobbe Adel proprio in quel bel periodo e non le pareva vero di essere riuscita a far trasferire Adel e il suo Pucci a Bergamo. Era veramente al settimo cielo, Finalmente potevano stare insieme e godersi appieno il loro grande amore, tanto che decisero di programmare il loro matrimonio, in settembre, purtroppo però accadde ciò che meno si aspettavano. Adel ebbe un gravissimo incidente in moto e perse la vita. Pucci in quel momento era con lui, e riuscì a salvarsi, ma scappò via dal luogo dell’incidente, e non riuscirono a ritrovarlo.

Manuela, anche se distrutta dal dolore per la perdita di Adel, cominciò a fare ricerche per ritrovare Pucci, aiutata da tutte le persone che li conoscevano.

«Finalmente, dopo 3 giorni lo trovarono, a circa cinque chilometri dall’incidente, stanco e affamato, e attraverso il microchip riuscirono a risalire a me e me lo riportarono».

In un primo tempo, sia Manuela, sia la famiglia di Adel, pensarono che il cagnetto non avrebbe retto al dolore per la perdita del suo padrone, al quale era legatissimo, invece, si affezionò da subito alla sua “nuova” padroncina, quasi che sembrasse capire l’amore che anche aveva provato Manuela per Adel.

Proposito da realizzare

Qualche mese dopo l’accaduto, Manuela e Pucci, tornarono in Tunisia per recarsi sulla tomba di Adel e, racconta la donna, il cane rimase seduto sul sepolcro del suo padrone per un’ora, finché Manuela si allontanò, e allora prese a seguirla, commuovendo la sua padrona.

Ora Manuela ha deciso di fare partecipare Pucci alla selezione del “Dog Show del Bastardino”, proprio come avrebbe voluto fare il suo compagno Adel.

Quest’anno, la manifestazione si svolgerà domenica 12 ottobre, e una delle novità di questa edizione sarà la partecipazione di una madrina d’eccezione, l’attrice e produttrice Anna Falchi, la quale, avendo lei un cane Pechinese, preso dall’allevamento di Paolo Prandi, giudicherà un raduno di questa razza, ma non per le caratteristiche, bensì per la simpatia.

Inoltre, durante la giornata ci sarà la possibilità di vedere i cani Galgo, una razza di levrieri spagnoli  che alla fine della loro “carriera” di corridori rischiano di fare una brutta fine, e quelli che si salvano è perché vengono presi in carico da un’associazione che provvede a farli adottare.

Anche quest’anno, al “Dog Show del Bastardino” ci sarà la speciale torta a conclusione della giornata, che per l’occasione sarà lunga 26 metri.

Antonio Soffici

FacebookTwitterGoogle+Condividi
About the Author
Cronaca Vera

Il settimanale che dice la verità. Dal 1969 in edicola.

Leave A Response